Del Vecchio Giuseppina

Ho ricevuto lo spirito santo nel 1996,abitavo a Napoli ed ero sposata con una figlia ed un’altra in arrivo. Ho sentito la parola tramite mio padre che già era stato battezzato e anche mio fratello Bruno Ogni domenica mio padre faceva una piccola riunione, e una domenica invitò una signora per fargli ricevere lo spirito santo; mi ricordo che quella domenica ero davvero esasperata per la vita matrimoniale che conducevo, mentre lui stava cercando di far ricevere lo spirito santo a questa donna. Io ero li e curiosavo ma allo stesso tempo spaventata, e mi misi ad ascoltare quello che dicevano: loro non sapevano che io li stavo ascoltando, ed in quel preciso istante mi dissi “Dio se esisti dammi dimostrazione che mi ascolti sul serio.” Ed in quell’attimo parlai in altre lingue e mio padre e l’uomo che era con lui a pregare si accorsero della mia presenza e vennero a pregare insieme a me. Da allora la mia vita cambio completamente,apri gli occhi e cambiai la mia vita. Nei primi tempi in cui ricevetti lo spirito santo, anche il mio ex marito ubbidì alla bibbia ma le cose non miglioravano. Anzi andavano sempre col peggiorare, lui dopo un po’ di tempo ritorno alle vecchie abitudini del mondo mentre io sentivo di essere cambiata davvero,qualcosa in me era diverso. Stetti con lui ancora per circa un anno, ma arrivai agli estremi e dovetti cambiare tutto dovevo fare un cambiamento per me stessa e le mie due figlie. Presi la decisione di partire lasciare tutto e andai a vivere da mio fratello Bruno che abitava a Firenze e lui accolse me e le mie figlie. Dio mi ha benedetto in tutto mi ha fatto trovare un buon lavoro mi ha fatto avere una vita migliore diversa da quella che ero destinata a fare se quel giorno non avrei ascoltato per caso quella piccola riunione. La sua parola per me è stata davvero fondamentale adesso ho un marito Pastor Pino, e con lui ho avuto due bellissimi bambini. La mia vita da allora ebbe un senso e adesso non potrei desiderare altro che questo. Ogni giorno lo ringrazio per questo.

Pastore Mascia Giuseppe

Nel 1992 sono stato battezzato ripieno dello Spirito Santo, con l’ evidenza di parlare in altre lingue. Avevo 22 anni quando ho sentito parlare di Dio e dell’ esperienza dello Spirito Santo. Ho vissuto per un tempo nelle regole della chiesa cattolica pensando che era buono, ma con il tempo ho notato che c’ erano molte cose non vere, cosi ho lasciato la chiesa cattolica , ma ho sempre cercato Dio. Nel crescere dai 14 ai 22 anni , la mia vita era una tempesta: ho iniziato fumare,fare uso di droghe e bere molto alcool. In quel periodo la mia vita era un fallimento, nonostante che avevo un lavoro e non mi mancava Niente,proprio in quel periodo alcune persone mi parlarono di Dio , ma la mia risposta fu questa: “Sono felice per te, ma questo non é il Dio che cerco.” Ma una cosa mi era rimasta in mente, che il Dio della bibbia risponde. Cosi è nata una sfida tra me e Dio,se tutto quello che mi avevano detto era vero, avrei gettato una grande Opportunità ,cosi dopo un po’ di tempo sono andato a una riunione RCI . Cosi mi sono battezzato ricevendo lo Spirito Santo parlando in nuove lingue, e dal quel giorno Dio ha cambiato la mia vita Guarendomi dalla paura dalla droga e alcool, dandomi una nuova mente meravigliosa in Cristo,era quello che cercavo: un Dio vero. Oggi sono felice ho una famiglia meravigliosa dove Dio provvede ad ogni nostra necessità, è un Dio Che da una pace , sono contento di averlo incontrato.

Wiktor

Già da giovane sentivo il bisogno della spriritualità nella mia vita. Ha diciotto anni ho trovato un libro sulla magia che mi dava risposte ad alcune domande e mi regalava una dimensione spirituale nella mia vita. La cosa mi ha occupato dieci anni. Durante quel tempo ho studiato molti libri sulla magia, sulla parapsicologia, sulla filosofia orientale, sulla yoga, sull’astrologia e sulla divinazione, sono poi arrivato alla conclusione che tutto ciò non poteva essere usato nella vita quotidiana: era un sapere vuoto”. Nel frattempo però quando ascoltavo a volte i versetti biblici (nella radio, tv o in qualunque posto) sentivo chiaramente le loro eccezionalità e forza. Percepivo una potenza inspiegabile. Un giorno ho incontrato un vecchio conoscente che mi ha parlato su Dio della Bibbia, sullo Spirito Santo, sul dono delle lingue, su quello che Dio oggi così come nel passato agisce nella vita delle persone. Ho riflettuto molto sul dono di parlare le lingue, ho pensato che il fenomeno descritto con tanta precisione nella Bibbia non potesse provenire dall’uomo. Ho pensato di non avere nulla da perdere e di voler conoscere Dio se Egli esisteva veramente. Ho fatto allora tutto esattamente così come insegna la Bibbia, cioè ho chiesto di essere battezzato immergendomi nell’acqua. Dopo tre mesi ho ricevuto lo Spirito Santo – ho cominciato a parlare una lingua nuova, avevo pregato con zelo per ricevere il dono delle lingue. Da quel momento Dio mi ha benedetto in vario modo – dalle benedizioni spirituali e quelle materiali fino ad una bellissima benedizione di avere una moglie meravigliosa. Ogni giorno sento la presenza di Gesù vicino e so che Egli conosce la soluzione di tutti i miei problemi, e so che la vera grazia di Dio mi ha fatto arrivare in questa chiesa. Amen.

Aneta

Sono nata con malattie gravi. Allo stesso tempo sono nati altri cinque bambini con malattie simili, però solo io sono sovravvissuta. La mia vita era priva di dimensione spirituale, mi concentravo piuttosto sui divertimenti. Quando avevo ventisei anni nel palazzo dove abitavo è apparso un ragazzo che ha suscitato il mio interesse grazie al suo modo di vivere. Incontrandoci per caso parlavamo spesso di Dio. Mi incantava la sua attitudine riguardante la spiritualità e il bene che emanava. Dopo un po’ di tempo lui mi ha invitato a partecipare con lui ad un incontro presso la sua chiesa. Mi è piaciuta l’atmosfera dell’incontro e hanno suscitato il mio interesse i doni spirituali e le profezie. I partecipanti mi hanno fatto vedere nella Bibbia che cosa era necessario fare per essere cristiana: si trattava del battesimo e del ricevere lo Spirito Santo. Poi questo ragazzo affascinante è diventato mio marito. Sono felice di aver trovato Dio e che Dio abbia cambiato tanto nella mia vita. Mi sento sana, felice e so che in ogni momento e in ogni minuto della mia vita posso contare su di lui. Da quando ho ricevuto lo Spirito Santo sento sempre più pace e ho più certezza che Egli è sempre vicino a me. Dio mi aiuta sempre a superare certe situazioni difficili, perciò mi arricchisce in esperienza e così conosco la Sua potenza. So di essere parte di una chiesa vera dove regnano la tranquilllità, l’armonia e la felicità, e ringrazio il Signore di avermi portata lì.

Rafal

Il mio amico Paweł mi aveva parlato della redenzione, in lui ho visto un incredibile miglioramento. Mi aveva parlato molto di Dio e di quello che Egli aveva fatto nella sua vita. Un tempo dopo sono stato battezzato: il 21.10 2007. Da quel momento nella mia vita sono successe cose magnifiche. La gente intorno a me ha cominciato a vedere in me cambiamenti positivi ed io stesso sento di diventare un uomo migliore sia nel lavoro che nella vita quotidiana. In un breve tempo ho smesso di bere alcool e di fumare avendo avuto quel vizio da venti anni. Grazie al Revival Centres International (Chiesa della Rinascita) ho cominciato a capire la Bibbia che è veramente una lettura perfetta. Essa costituisce davvero un’istruzione d’uso per l’uomo che contiene tutte le risposte alle domande che tormentano l’umanità. Il Signore veramente si occupa di tutti i miei bisogni. Poco tempo fa ho incontrato una ragazza affascinante che anche cammina nel Signore e che fra poco tempo diventerà mia moglie. Il Signore ha regalato al mio cuore una pace incredibile che supera ogni conoscenza e mi ha insegnato a rallegrarmi della vita. Seguo il Suo cammino sapendo che Egli è sempre con me, che mi cura, che si occupa di ogni dettaglio della mia vita. Oggi già so qual è la ricetta per raggiungere un successo davvero grande nella vita: basta seguire il cammino del Signore, non fare niente a forza e lasciarsi condurre, vuol dire dargli il controllo al 100 % : così il successo è certo.

Dagmara

Sono cresciuta in una famiglia cattolica. Da quando mi ricordo Dio era sempre importante nella mia vita e nel mio cuore. Ho ricevuto lo Spirito Santo il 30 giugno 1999, invece nella chiesa Revival sono dal 23 novembre 2008. Quando avevo quattordici anni è morta la mia mamma e ho cominciato ad incolparne Dio. Non riuscivo a capire perché fosse successo quell’evento ed in un certo momento ho cominciato a pensare addirittura che fosse stata la punizione per i miei peccati. Per quell’esperienza così dura mi sono ammalata gravemente e sembrava che non ci fosse più salvezza per me. Un giorno ho incontrato una cristiana che mi ha fatto capire che Dio mi amava veramente. Ho cominciato a frequentare la sua chiesa dove mi sono fatta battezzare, però purtroppo non sentivo lì la presenza di Dio, per cui ho cominciato a frequentare un’altra chiesa e nemmeno lì crescevo spiritualmente. Leggendo la Bibbia non la capivo per niente e la mia vita era piena di un vuoto onnipresente e di una rabbia verso me stessa e verso la gente. D’improvviso nella mia vita sono apparse due signore apartenenti alla chiesa Revival e tutto ha cominciato a cambiare. Mi hanno incoraggiata a pregare spesso allo Spirito Santo. Così ho cominciato a capire la Bibbia, la mia vita ha trovato il suo senso, sono stata guarita dal caos che dominava fino a quel punto la mia vita precedente, sono diventata felice e sono dimagrita da 118 chili a 82. Finalmente non devo da sola affrontare la vita, ma prima pensavo che sarei stata una donna sola ed abbandonata. Ho conosciuto amici sui quali posso contare in ogni situazione e „ho ricevuto in regalo da Dio” il mio futuro marito. Il mio sogno si è realizzato: posso affrontare la vita con la persona più fantastica del mondo. Ora quando la mia vita è cambiata di 360 gradi posso ringraziare Dio pienamente per avermi guarita. Lui ha realizzato i miei sogni più segreti. È con me tutto il tempo e si occupa di me, fa sì che ogni mattina sono felice ed ogni giorno è per me sacro. So che mi ama veramente e mi dà forza quando affronto esperienze difficili.

Pastore Konrad

Non posso dire di esser stato un uomo che cercava Dio. Mi burlavo di nascosto di un conoscente che mi parlava di Dio pensando che quella persona vivesse una cosidetta crisi dell’età media. Un bel giorno in una bella cittadina ho accettato (solo per cortesia) di visitare una chiesa. Sempre consideravo i cristiani persone strane che dicevano cose insensate, perciò non mi ci aspettavo nulla di spettacolare. Tuttavia entrando in un’aula cinematografica dove si svolgeva quell’incontro ho incontrato delle persone meravigliose che parlavano di Dio come se lo conoscessero veramente. Lui non era per loro (come allora per me) un concetto astratto: era quindi reale. Mi ha incantato la loro semplicità, l’innocenza e la purezza della mente. Come artista ho ritrovato un luogo incontaminato nella sua forma e nel contenuto. Fino a quel momento non credevo che tali persone potessero esistere, gli consideravo una specie estinta, perciò è facile immaginarsi il mio stupore. Come scettico ho deciso di osservare quel gruppo frequentandolo ogni tanto e cercando di trovare in loro qualche scorrettezza. Dopo tre anni di osservazione e discussione con quella gente ho dovuto arrendermi in quanto„loro erano puri”. Sebbene la mia vita di allora fosse tanto diversa dalla loro vita così come due cose possono differenziarsi, ho deciso di battezzarmi, perché sentivo di avere bisogno di Dio per aiutarmi a vivere la mia vita strana che costituiva il Suo dono. In quel momento inizia la mia storia: piena di sorprese, di situazioni strane, di benedizioni, dell’amore, di tante ossa dure da rodere, della fede nell’impossibile, dell’impossibile che diventa il possibile, delle missioni apostoliche e di moltre altre esperienze incredibili delle quali ti parlerei volentieri. La mia vita è stata totalmente cambiata e quando a volte penso su quello chi sarei oggi senza Dio, vedo solo il vuoto.

Paweł

Salve, mi chiamo Pawel e sono nel Signore da 5 anni. Ogni giorno vissuto con Dio mi porta una nuova comprensione e la conoscenza chi è l’uomo per Dio e quanto Dio ama l’uomo. La mia vita precedente prima del battesimo è stata, a mio parere, buona. Tuttavia gli eventi che sono successi dopo mi hanno messo in una situazione molto difficile. Ho cominciato ad abusare l’alcool e conducevo la vita di un musicista rock, ero cantante in un gruppo musicale. Quella vita era composta soprattutto dai concerti e dalle feste, il che all’inizio mi sembrava molto attraente, però con il tempo ha cominciato a influire negativamente sulla mia personalità. Bevendo dell’alcool diventavo volgare ed aggressivo, in quei momenti nessuno e niente contava per me. Ho cominciato a riflettere sull’esistenza di Dio, perché percepivo che qualcosa di cattivo dirigeva la mia vita. Mi chiedevo intensamente se Dio esistesse, se potesse auitarmi e se mi accogliesse. Dopo un po’ di tempo Dio ha messo sul mio cammino l’amico Wiktor, il quale mi ha parlato di Dio vero e vivo che risponde alle nostre domande. Il comprendere questo fatto mi ha preso un anno, perché ero diffidente verso la veridicità di quello che diceva Wiktor, anche se il modo in cui parlava ha cominciato ad allontanare miei dubbi e la mia diffidenza. Mi ha detto che per salvarmi dovevo battezzarmi nel acqua e dallo Spirito. Dopo il battesimo sapevo di appartenere a Dio, il che ha confermato il ricevere dello Spirito Santo, la cui prova è il dono delle lingue. Ero felice ed emozionato, perché era un’esperianza incredibile. Dio mi ha guarito di tutti i miei vizi e della maggioranza di disturbi fisici. Mi dà tutto quello che gli chiedo, è stato così anche quando gli ho chiesto di darmi una moglie. Anche mia moglie Patrycja si è battezzata ed è nel Signore già da due anni. Attualmente viviamo a Zielona Góra e stiamo nel cammino del Signore.

Philppa Brown

Quando ero bambina e poi adolescente frequentavo con i miei genitori la chiesa tradizionale, dove parlavano di Gesù così come si parla di lui in molte chiese, cioè nato a Betlemme, messo nella stalla, flagellato e crocifisso – tutto ciò senza approfondimenti. La presenza di Dio in quella chiesa e la sua presenza tra la gente che la frequentava era difficile da notare, nonostante che loro generalmente credessero di conoscerlo. La potenza di Gesù che conosciamo dalla Bibbia non c’era presente: niente guarigioni, miracoli, segni dei quali parla la Bibbia. Allora ho pensato di esser nata troppo tardi per poter vivere tutti quegli eventi straordinari. Undici anni fa durante il secondo anno di studi presso una scuola per le infermiere mio marito ha portato a casa una notizia che non aspettavo mai di sentire. Mi ha parlato della gente che rappresentava Dio senza ipocrisia né esagerazione; che era stata battezzata immergendosi nell’acqua e che aveva ricevuto lo Spirito Santo, e la sua prova costituiva il dono delle lingue così come è descritto nella Bibbia. Mi ha parlato delle testimonianze di guarigioni miracolose di Dio e della sua potenza che è presente nei tempi odierni così come fu presente prima. Dopo un po’ di tempo tutti e due abbiamo ricevuto lo Spirito Santo e da quel giorno sempre abbiamo sentito la presenza di Dio nella nostra vita. Tre anni fa nostra figlia Penny ha smesso di respirare ed aveva solo due settimane di vita. Alzandola avevo impressione che lei non fosse più viva. Era blu, la sua bocca era blu e i suoi occhi erano come se fossero di vetro – pendeva dalle mie mani come bambola in silenzio senza alcun movimento. Mia madre che soggiornava nella nostra casa mi ha aiutato a rianimarla, però invano, la bambina purtroppo non dava nessun segno di vita, perciò siamo entrate nel panico: la bambina non respirava da più di dieci minuti. Un momento dopo quando mio marito Kevin ha visto Penny ha messo su di lei le sue mani così come è descritto nella Bibbia e ha chiesto a Dio di ridare la vita a nostra figlia. Il viso di Penny immediatamente ha cambiato il colore e la bambina ha cominciato a respirare. Oggi è una bambina normale senza alcun disturbo di salute. La sua guarigione è un bellissimo esempio della risposta di Dio alle preghiere della sua gente.

Peremo – Revival Figi

Sono cresciuto in una famiglia dei metodisti, per cui frequentare la chiesa costituiva una parte della mia vita familiare da bambino. Nel periodo fra la scuola elementare e la scuola media la mia vita è peggiorata notevolmente ed ho avuto vari tipi di problemi. Poi ho cominciato a bere molto alcool e fumavo la marihuana, dalla quale sono diventato dipendente. A scuola passavo tempo ascoltando le dottrine di rastafarianesimo. Avevo osessione sulla musica reggae, su Bob Marley e su tutto quello stile di vita. Dentro di me però sempre volevo essere un uomo normale, un uomo buono. Un giorno ho ascoltato parlare della redenzione e delle esigenze nella Bibbia o forse piuttosto le condizioni di Dio, le quali il battesimo e il dono dello Spirito Santo. Qualcuno mi ha fatto vedere nella Bibbia che Gesù anche fu battezzato e che i membri della prima chiesa ricevettero lo Spirito Santo con la prova che costituiva il dono delle lingue. Mi sono reso conto velocemente che per avere la vita eterna dovevo seguire la dottrina di Gesù. Sentivo di dover abbandonare la via di prima e di seguire la via del Signore. La domenica seguente sono andato ad un incontro presso la chiesa Revival Centres International dove ho deciso di lasciare la vita vecchia e ho chiesto a Dio di salvarmi, lui l’ha fatto immediatamente e mi ha riempito di Spirito Santo. La mia vita è cambiata totalmente ed io sono diventato un uomo felice, perché non io stesso, ma Dio ha cominciato a guidare la mia vita. Nel momento in cui ho ricevuto lo Spirito Santo ho sentito un grande sollievo sapendo di poter finalmente professare Dio nello Spirito e nella Verità. Mi sono reso conto velocemente che nel Regno di Gesù non c’è tempo per la marihuana. Sono stato liberato dai miei vizi e dalle dipendenze dopo aver ricevuto lo Spirito Santo – non sentivo più il bisogno di bere e fumare. Una settimana dopo sono stato battezzato immergendomi nell’acqua e da quel momento la mia vita è migliorata. Adesso so di poter professare il Vangelo di Gesù, perché ho conosciuto la Sua forza su me stesso e l’hanno sentita anche tutti i miei fratelli cristiani. Molte persone che mi conoscevano prima della conversione a Gesù e che sapevano sul mio impegno riguardante la coltura e la distribuzione della marihuana erano sorprese vedendo che non ero più attratto da quello stile di vita e che sono stato liberato dalle dipendenze. Invece di quel vecchio bisogno è nato in me il bisogno di aiutare la gente a capire che Dio può risolvere i loro problemi, così come ha risolto i miei. All’inizio di quest’anno è successo qualcosa di incredibile. Era un giorno di pioggia, perciò il fango copriva la strada. Durante la marcia ho messo il piede su un chiodo di quindici centimetri arrugidito. Sono saltato dal dolore, dopo di che sono caduto sul chiodo di nuovo. Dopo un po’ di tempo sono riuscito a toglierlo dal piede. È successo a Delaiwna nell’isola Taveuni di Figi, dove alle diciassette non c’era nessun trasporto che potesse portarmi all’ospedale. Per cui mi sono seduto, ho messo la mano sul piede ferito e ho pregato Dio di intervenire in quella situazione. Immediatamente sono stato guarito – la sensazione di dolore e il sanguimento sono scomparsi. Nel mio cammino spirituale ho imparato che la vera cristianità biblica può essere raggiunta solo attraverso la rinascita dall’acqua e dallo Spirito Santo. Ci sono tante cose che possono cambiare la nostra vita per un po’di tempo, però solo lo Spirito Santo può garantirci il cambiamento fisso e la vera felicità. Adesso aspetto il ritorno del Signore con gioia.

Richard

Sono cresciuto come molte persone negli anni settanta. Terminando la scuola mi sono immerso nel mondo della droga, del basso standard morale e di tutta quella corsa dietro a nulla. Io con i miei amici non pensavamo molto sul futuro. Tutti credevamo che sarebbe scoppiata la terza guerra mondiale causata dalla guerra fredda di quei tempi. Naturalmente pensando così gli studi o il lavoro non avevano senso. L’unica occupazione sensata ci pareva inebriarci con vari tipi di stupefacenti. Nell’età di ventitre anni mi sono stancato di tutto quello. Sempre credevo in qualcosa: erano piuttosto certi concetti spirituali e non la fede in Dio che sembrava antiquato e la gente che diceva di conoscerlo non mi convinceva. Pensavo che se le religioni del mondo rappresentavano Dio, lui era molto noioso. Nel 1981 un mio amico è cambiato di modo positivo in un tempo molto breve, perché ha ricevuto allora lo Spirito Santo: le mie idee su Dio sono cambiate completamente. Non avevo l’abitudine di inginocchiarmi e di pregare. Ho decido però di chiedere a Dio di darmi lo Spirito Santo. Ho creduto che se Dio aveva promesso nella Bibbia che sarebbe entrato nella mia vita con il suo aiuto, ciò era vero. Mi sono stupito quando durante quella situazione ho cominciato a parlare le lingue, così come lo descrive la Sacra Scrittura, come prova di aver ricevuto lo Spirito Santo. Quella notte sono stato battezzato così come dice la Bibbia, cioè il battesimo attraverso immersione nell’acqua. Nessuno ha dovuto spiegarmi che quello che mi è accaduto era qualcosa di speciale, di prezioso, qualcosa che doveva essere protetto e curato senza guardare circostanze. Sentivo dentro la pace che non avevo mai sentito prima. Il piacere che sentivo prima durante l’uso della droga spariva sempre il giorno dopo, tuttavia la sensazione che sentivo adesso non spariva, anzi, cresceva ogni giorno. Dio non è noioso. Dio è ispirante, ci sfida, ci porta in un viaggio fuori i limiti della nostra immaginazione. Oggi sono tranquillo, sposato felicemente e ho tre figli. Le nostre preghiere vengono ascoltate ed i nostri bisogni vengono soddisfatti. Per ottenere le promesse di Dio bisogna fare quello che lui esige da noi. Unirsi a Lui significa entrare in una dimensione totalmente nuova: significa vivere in eterno.

Pastore Helmuth

Mi chiamo Helmuth Platzer. Abito nell’Italia settentrionale. Nel 1991 sono diventato cristiano: ringrazio Dio per il suo dono attraverso Gesù Cristo. In Italia prevale la fede cattolica, allora sono cresciuto in una famiglia cattolica. Da ragazzo ero chiricchetto e pensavo di diventare sacerdote. In quei tempi non era facile per i miei genitori crescere cinque ragazzi. In quel periodo ho cominciato a riflettere sui dogmi della fede e sull’ingiustizia che regnava nel mondo: non riuscivo a comprenderlo guardando i miei genitori che stavano diventando alcolizzati. Da adolescente ho abbandonato la chiesa cattolica, ho imparato una professione e mi sono avvicinato allo sport finché io stesso non ho cominciato ad abusare alcool. A causa dell’alcool ho provocato molti incidenti stradali, perché ogni mattina dovevo bere per sentirmi tranquillo. Stavo perdendo il lavoro quando uno dei miei fratelli è morto a causa di cirrosi epatica causata dall’alcoolismo. Mi sono reso conto di non trovarmi lontano dalla fine simile, per cui mi sono spaventato e da quel giorno cercavo di liberarmi dal vizio dell’alcool. Purtroppo i tentativi di uscirne fallivano. Sapevo che se Dio esisteva, solo lui poteva aiutarmi. Un giorno dopo avermi ubriacato di nuovo mi sono inginocchiato e ho chiesto a Dio di aiutarmi. La mattina seguente mi sono svegliato senza voglia di bere l’alcool, inoltre mi sentivo tranquillo come mai prima. Quel giorno la mia vita è cambiata, perché ho cominciato a pensare in modo lucido ed a cercare la via vera verso Dio. Progettavo di lascare l’Italia e di andare in Tibet, perché mi piaceva la semplicità di vita della gente di lì. Sabina, una giovane ragazza che viveva vicino a me, mi ha convinto a non farlo. Mi ha incoraggiato ad andare ad un incontro crisitano organizzato da una famiglia di Firenze per parlare sulla Bibbia. Dopo una lunga conversazione ho decido di restare in contatto con loro. Mi ha intrigato che loro mi hanno fatto vedere la prova biblica di ricevere lo Spirito Santo: il dono delle lingue. Ho passato un anno e mezzo riflettendo se incontrarsi con loro di nuovo. Ci sono andato di nuovo grazie a Sabina che mi ha confessato, piena di felicità, di aver ricevuto lo Spirito Santo. La invidiavo. Al più presto possibile sono andato a Firenze per incontrarmi con quella gente e con Sabina. Dopo una lunga notte di incertezza ho deciso di compiere la volontà di Dio e sono stato battezzato. Una settimana dopo ho ricevuto lo Spirito Santo. Dopo aver cominciato a parlare le lingue ho sentito come se la mano del Signore sulla mia testa avesse eliminato tutti i problemi. La stessa settimana i medici hanno diagnosticato da mia madre l’ultimo stadio di cirrosi epatica. Le ho parlato di Dio, perciò mi ha chiesto di pregare per lei. Il nostro Signore Gesù Cristo l’ha guarita. Un anno dopo mi sono sposato con Sabina. Abbiamo tre figli. Mai prima avevo pensato di poter chiamare un giorno Dio mio padre e Gesù Cristo mio Signore. Non aspettavo nemmeno di ricevere la benedizione di avere la moglie ed i figli. Oggi sono pastore in una chiesa nell’Italia del nord e ringrazio il nostro Signore Gesù Cristo per tutto. Amen.

Muriell

Mi sento molto privilegiata che la parola di Dio mi è stata rivelata. Seguo il cammino del Signore da quando sono stata battezzata ed ho ricevuto lo Spirito Santo quindici anni fa. Quando ho sentito la parola completa del Signore, fra l’altro quella sul battesimo e sul ricevere lo Spirito Santo, ho sentito che era quello che mancava nella chiesa che frequentavo. A quattordici anni ho ricevuto il sacramento di cresima ed il vescovo ha messo le mani sulla mia testa dicendomi: „Figlia, hai appena ricevuto lo Spirito Santo”. Dopo quell’evento sentivo una grande incertezza, perché non mi sentivo diversa da quella che ero prima della cerimonia. Quarantadue anni dopo mio figlio è ritornato dopo un viaggio in Australia dove è stato riempito di Spirito Santo e battezzato. Sono grata al Signore di averlo guidato così che io stessa ho potuto conoscere la verità contenuta nella Bibbia. Dopo la mia conversione sentivo sempre dolori reumatici ed artretici che sono stati guariti della preghiera: sono semplicemente scomparsi. Oggi ho settanta anni e ho l’onore di lodare Dio nello Spirito e nella Verità. Anche altri membri della nostra famiglia sono stati battezzati e riempiti di Spirito Santo. È bene avere la certezza che mio marito, che purtroppo è morto, riposa nel Signore e che mio figlio segue il cammino del Signore.

Kaye - Revival Bairnsdale

All’inizio del 1992 la nostra familgia era emozionata a causa dei preparativi ad un viaggio all’estero che doveva durare sei mesi. Una parte dei preparativi costituivano le analisi mediche le quali hanno rilevato da me il cancro al seno. Mi hanno raccomandato di fare un’operazione, però dopo averci pensato a lungo non l’ho accettato, il che ha fatto arrabbiare il medico, giacché la mia situazione era grave. Mi sono consultata con un altro medico in una clinica indipendente che si chiama Freemasons Hospital di Melbourne. Dopo diversi tipi di test usando il mammografo ed esami ultrasonici il medico mi ha detto che era necessario fare un’operazione per togliere il cancro al più presto possibile. Gli ho chiesto più tempo per pregare. Il medico mi ha dato sei settimane. È una sensazione strana e allo stesso tempo inquietante quando nel corpo avvengono certi cambiamento dei quali non sai nulla e non puoi controllarli. Dopo i tre primi giorni di preghiera non riuscivo a concentrarmi, perché sentivo solo paura e pensavo alla malattia. Dovevo eliminare quelle sensazioni, perché sapevo che per essere guarita avevo bisogno di avvicinarmi a Gesù e fidarmi di lui. In un certo momento ho sentito una pace interna e si potrebbe anche dire che mi sentivo emozionata, perché sentivo che Gesù mi stava guarendo miracolosamente. Durante quelle sei settimane il medico di Melbourne ha scritto al mio medico privato chiedendogli di convincermi di sottomettermi all’operazione al più presto. Dal punto di vista medico non era etico, però mostra quanto grave era la mia situazione. Dopo sei settimane sono ritornata alla clinica ed il medico era stupito di quello che ha visto: il cancro non c’era più. Dopo aver fatto test successivi e dopo essersi consultato con altri medici per esaminare il mio caso i medici si sono accertati che il cancro veramente era scomparso: ero stata guarita. Il miracolo è successo qualche anno fa. Ringrazio il nostro Signore Gesù Cristo per il suo amore ideale che vince la paura e che mi ha guarito.

Lisa Gerrard

Il dodici febbraio 1996 sono stata battezzata e ho ricevuto lo Spirito Santo. Prima di quel giorno ho passato la maggior parte della mia vita cercando una ragione o un obiettivo che in qualche modo potesse spiegarmi il senso della mia esistenza. Troppo spesso mi venivano pensieri del tipo: „Se solo potessi morire, non dovrei sopportare tutto quello”. Mi sentivo colpevole e mi preoccupavo per i miei figli, perché non sapevo che cosa succedesse con loro nel mondo che sembrava non rispettare il bello e l’innocenza. Nel momento in cui ho ricevuto lo Spirito Santo sono stata riempita di gioia e di pace che non avevo sentito mai prima. L’insicurezza che avevo avuto prima mi ha abbandonata o piuttosto mi è stata tolta. In quel momento ho ricevuto una nuova lingua che non avevo parlato mai prima. Era la lingua dello Spirito Santo che avevo ricevuto da Dio. Che esperienza insolita: vera e tangibile. L’unica sensazione simile che avevo provato nella mia vita era quell’amore per il mio bambino neonato che avevo sentito nel momento in cui l’avevo toccato per la prima volta. Alcuni mesi dopo hanno rilevato da me l’epatite tipo C, era una forma incurabile di questa malattia. Immediatamente ho pensato che non fosse vero, per cui ho fatto il secondo test che purtroppo ha confermato la mia malattia. Ho cominciato a pregare il Signore avendo certezza che mi avrebbe ascoltato. Ho telefonato al mio pastore e lui mi ha ricordato che il Signore aveva vinto tutte le malattie morendo sulla croce, per cui avrei vinto perché avevo lo Spirito Santo. Mi sono seduta dunque e ho parlato a Dio sentendo una certezza incredibile di quello che tutto sarebbe andato bene. Dopo di che sono ritornata dal medico e ho insisito per avere il terzo test. Il medico ha cercato di convincermi che era insensato insistere così. Gli ho detto che Dio mi aveva guarita e che volevo avere una prova per iscritto per far vedere a tutti che Dio manteneva le sue promesse. Dopo aver fatto il test il medico era sicuro che il risultato sarebbe stato come prima, però io non me ne preoccupavo. Ho lasciato il suo ambulatorio piena di pace. Dopo un po’ di tempo sono stata convocata ad un centro di medicina dove mi hanno detto che ero stata guarita. Il medico era molto umile e meravigliato. Stringendo le sue mani gli ho detto: ”Dottore, Dio è vero. Sono stata riempita di Spirito Santo, per cui le sue promesse mi riguardano”

Simone Newcastle, Australia

Da bambina sono cresciuta in una famiglia cristiana con la quale frequentavo gli incontri presso la chiesa Revival Centres International. Nell’età di 9 anni ho ricevuto lo Spirito Santo durante una delle vacanze passate con un gruppo di cristiani. Ho cominciato allora a parlare le nuove lingue, di cui leggiamo nella Bibbia. Già da bambina avevo problemi con l’allergia al latte, alle uova, alle noci e ai frutti di mare. Col tempo l’allergia si trasformò in una malattia seria. Non ero in grado di mangiare nessun prodotto contenenti piccolissime quantità di questi ingredienti. Spesso dopo un pranzo al ristorante dovevo andare in ospedale, perché il cuoco aveva usato incoscientemente un cucchiaio o un contenitore, nel quale c’erano prima i prodotti nocivi per me. Anche i miei amici dovevano fare l’attenzione a quello che mangiare o non mangiare durante il mio soggiorno a casa loro. A casa avevo le posate solo mie, i piatti solo miei e tutto ciò che serviva per preparare i pasti. Nel caso in cui qualcosa andava male, dovevo immediatamente andare in ospedale. La reazione allergica era immediata. La mia pelle si faceva rossa, la bocca e la gola gonfiavano, per cui non potevo respirare. Come ci si può immaginare non erano momenti facili nella mia vita, però nonostante quelle difficoltà pregavo a Dio per darmi la pace e di togliere da me la paura di morire, che poteva arrivare a causa di quelle situazioni. Nemmeno frequentare la scuola era facile, poiché come ogni giovane volevo avere amici e volevo vivere come ogni adolescente normale. Ovviamente non era possibile. Nell’età di 16 anni ho cominciato ad incontrarmi con il mio ragazzo attuale Marco. Come tutto neppure quella cosa sembrava facile. Se prima del nostro incontro Marco aveva mangiato qualcosa di cui ero allergica, subito avevo la reazione allergica pur tenendolo solo per la mano. Allora ero allergica anche al mio ragazzo. Dopo un po’ di tempo Marco e la mia famiglia hanno deciso di seguire la mia dieta, il che ha risolto il problema anche se non mi ci sentivo bene, perché mi sembrava che il mondo fosse costretto a girare intorno a me, e ciò non mi piaceva. Nel maggio 2010 anno dopo aver ascoltato una conferenza incredibilmente bella del Pastore Martin Pree su come vincere in Gesù e su come non permettere alle situazioni pesanti di limitare il nostro potenziale mi sono emozionata e ho sentito che anch’io sarei potuta essere guarita dalla mia malattia. Dopo la conferenza ho chiesto subito la preghiera d’intercessione per me e sapevo nel fondo della mia anima che Dio mi avrebbe guarita. Non potevo smettere di ringraziarlo per tutto ciò che aveva fatto nella mia vita e ringraziarlo per la mia guarigione, di cui ancora non sapevo pienamente. Dopo l’incontro ho deciso di mangiare un pezzo di torta che sembrava deliziosa senza guardare le conseguenze. Ho messo in bocca con golosità tutto il pezzo del dolce con papavero e arancia assaggiando i nuovi sapori, i quali non avevo potuto conoscere prima. Ero guarita e quel pezzo di dolce è stato l’inizio della mia nuova vita incredibile. Da quel maggio ogni volta quando mangio qualcosa che non potevo mangiare prima sento meraviglia e gratitudine per Dio per quello che aveva fatto nella mia vita. Lui ha la risposta a quello che non sa la nostra medicina moderna e a tutti i problemi. Da quel tempo non posso smettere di raccontare a tutti la mia guarigione. La cosa più importante in questa storia non è la guarigione dall’allergia, ma è quello che ho imparato a contare sul Signore in ogni situazione, perché Lui è come dice la Sua Parola Dio che ama l’umanità.

Celia Christchurch, Nuova Zelanda

Mio padre era un predicatore presbiteriano, allora sono cresciuta nell’atmosfera di chiesa frequentandola ogni domenica. Tuttavia Dio mi sembrava distante e purtroppo non ero in grado di comunicare con Lui. Non vedendo prove dell’esistenza di qualunque forza maggiore mi sono ribellata contro tutto ciò che mi circondava e che finora consideravo valore. Ho cominciato a partecipare spesso alle feste, bevevo molto e mi drogavo, però nonostante quella evasione tutto il tempo sentivo un vuoto dentro di me. Una volta un amico che frequenatava le feste con me è cambiato dopo esser stato battezzato e dopo aver ricevuto lo Spirito Santo, così parlava le nuove lingue. Mi ha raccontato la sua esperienza e come aveva conosciuto Dio, quel Dio che ascolta le preghiere e che guarisce così come è descritto nella Bibbia. Nonostante l’attitudine cinica non potevo negare che la sua vita era cambiata totalmente. Ho deciso di provare personalmente se era vero quello che mi diceva l’amico, dunque sono stata battezzata e ho ricevuto lo Spirito Santo, e mi sono convinta che Dio era vero. È stata l’esperienza più bella della mia vita. Dio mi ha liberato dalla vita scorretta e mi ha mostrato come essere la persona che sempre volevo essere e come avere la vita che sempre volevo avere. Un tempo fa ho avuto un incidente automobilistico, durante il quale ho rotto il bacino in tre posti. I medici dicevano che tali rotture potevano chiudersi dopo sei mesi ed io camminavo già dopo cinque giorni. Dopo essermi sposata è risultato che non potevo avere bambini, però abbiamo pregato a Dio e sono stata guarita totalmente. Oggi sono madre di quattro figli.. Fino ad oggi sono emozionata, perché conosco Dio che risponde e parlo volentieri a tutti di Lui. Avere Dio nella vita è vivere con speranza. Lo ringrazio per tutto ciò che ha fatto nella mia vita.

Ciao, mi chiamo Jeremy

Ho avuto la fortuna di crescere nel Signore e la mia testimonianza della guarigione è cominciata già nel giorno della mia nascita. Sono nato con una malattia incurabile, leucodistrofia, il che significava che avevo un grave diffetto del cervello. I bambini nati con questo disturbo vivono fino a 5 anni e il tasso di mortalità è 100 %, però gli ultimi anni di vita vivono paralizzati fisicamente e mentalmente. Ringrazio Dio di aver ascoltato le preghiere dei miei genitori e di avermi guarito. Oggi ho 21 anni e posso dire con certezza a qualsiasi medico che ho Dio che guarisce, perché sono l’unica persona al mondo che ha vissuto quella malattia e non sono paralizzata in nessun modo. A scuola ho avuto problemi sia con lo studio, sia con i miei coetanei. Quando avevo 13 anni dopo aver ricevuto lo Spirito Santo i miei problemi con i compagni ostili sono finiti all’improvviso, perfino alcuni di loro sono diventati miei amici. Però non ero bravo a scuola, per cui i miei genitori temevano che fossi l’unico membro di famiglia senza il diploma di liceo. In questo momento sono l’unico di averlo. Dio mi aiuta sempre in tutto e so bene che posso sempre contare su di Lui. Non sono il più forte, né il più intelligente, non so arrangiarmi bene in alcune situazioni di stress, ma non si tratta di questo. I versetti biblici che fanno sempre una grande impressione su di me sono quelli della Lettera agli Efesini 4.13 "Wszystko mogę w tym, który mnie wzmacnia, w Chrystusie".

Ciao, mi chiamo Rob Denning

Avendo 20 anni non ero diverso dai miei coetanei e come tanti ragazzi giovani adoravo correre in moto. Un giorno quando entravo in città un canguro è entrato sotto la mia moto, perciò mi sono trovato in ospedale con molte lesioni. Dopo quell’incidente la mia salute non è migliorata, per cui ho cominciato a riflettere sul senso di vita e su quello che succede con noi dopo la morte. Per sette mesi successivi ho cercato la risposta in varie chiese e religioni. Dopo sette mesi ho incontrato un uomo che mi ha parlato sull’esistenza di Dio che guarisce. Mi ha interessato, perché finora nessuno mi aveva parlato così su Dio, tanto più ero interessato poiché tutto il tempo avevo nel mio corpo una parte della moto che i medici non erano in grado di togliere. Ho deciso di partecipare all’incontro di una chiesa di cui lui mi aveva parlato, dove mi hanno dato prove bibliche che era vero quello che mi dicevano e in cui credevano. Dopo quell’avvenimento ho deciso di battezzarmi e uscendo dall’acqua dopo il battesimo mi sentivo molto meglio: come se avessi recuperato l’energia persa. Dopo il battesimo ho pregato per lo Spirito Santo che ho ricevuto dopo un momento: ho cominciato a parlare le lingue esattamente come è descritto nella Bibbia. La settimana dopo il battesimo ho avuto un appuntamento in ospedale per togliere dal mio corpo quel pezzo della moto. Durante l’operazione i medicin non sono riusciti a trovare quel pezzo: era semplicemente scomparso. È stata una guarigione meravigliosa, di cui non sapevo prima. Da quel tempo non ho nessun problema di salute, anche se prima ne avevo tanti. Inotre la mia vita è cambiata completamente. Sono sposato da 15 anni, ho un figlio, adoro viaggiare e adesso vivo a Brisbane in Australia e mi piace parlare di come stupenda è la vita nel Signore.

Mariane Dunedin, Nuova Zelanda

Ho ricevuto lo Spirito Santo nell’età di 15 anni e ho cominciato a frequenate gli incontri del Revival Centres International nell’età di 18 anni, sono stata battezzata. Ho la vita decisamente benedetta, anche se a volte ho dovuto chiedere a Dio di aiutarmi in situazioni difficili. Qualche anno fa hanno scoperto da me il cancro alle ovaie, si trattava di 3 tumori, ed ognuno aveva le dimensioni di un’arancia. Mi hanno detto di dover sottopormi alla chemioterapia ed alla radioterapia. Sono stata guarita completamente e i medici si meravigliavano per quel fatto. Quando avevo15 anni ho avuto un incidente, durante il quale mi sono rotta la coccige e una parte della colonna vertebrale è stata danneggiata. Dopo l’incidente la mia salute peggiorava ogni anno e purtroppo ero costretta a prendere forti medicine antidolorifiche. Hanno previsto che la mia salute sarebbe peggiorata con il tempo e dopo un po’ di tempo sarei costretta ad usare la sedia a rotelle. Ho pregato per un po’ di tempo per la mia guarigione e finalmente nel 2007 quando sono arrivata a Dunedin ho notato che il tempo freddo non mi causava il dolore che si attivizzava sempre durante le giornate più fredde. Immediatamente ho lasciato le medicine e ho smesso di usare la sedia a rotelle che fino a quel momento mi facilitava il movimento. Da quel tempo non ho problemi con la colonna vertebrale e cammino senza problemi. Il medico era stupefatto e non riusciva a capire come avessi potuto lasciare le medicine tanto forti senza causare effetti collaterali. Dio è Dio che guarisce e per Lui niente è impossibile. Gli sono grata per la protezione che mi ha dato.

Michael Melbourne, Australia

Il mio matrimonio stava per andare a rotoli. La causa era il mio alcolismo, con il quale lottavo senza risultati. In un momento di disperazione ho cominciato a chiamare Dio chiedendogli di aiutarmi, perché mi rendevo conto di non poter far niente da solo. Ho pensato di aver davanti a me una vita breve e non volevo sprecarla. Ho cominciato a porre a Dio domande riguardanti il senso dell’esistenza, volevo sapere perché vivevo e perché nella mia vita c’era tutto quel disordine terribile. Gridavo: aiutami, se esisti. Tornando a casa ho trovato un opuscolo che invitava a venire ad un incontro cristiano del Revival Centres International. Ci sono andato e sono stato battezzato immergendomi nell’acqua. Il giorno dopo mi sono svegliato alle 03.00 di mattina sentendo una pace interna incredibile e ho cominciato a parlare le lingue. Da qual momento la mia vita è cambiata, poiché il mio alcolismo e l’aggressione mi hanno abbandonato in un attimo. Ho ricevuto da Dio in regalo una nuova vita.

Briana Melbourne, Australia

Nell’età di 12 anni ho cominciato a fumare, nell’età di 15 anni fumavo la marihuana, un anno dopo già prendevo l’eroina. Ha17 anni ero incinta, però nonostante ciò non ho smetto di prendere l’eroina, la usavo ogni giorno. Dopo la nascita di nostra figlia la mia famiglia di Melbourne ha deciso di aiutarci (me e il mio ragazzo Paul) nel traferimento sperando che abandonassimo la nostra compagnia dei drogati. Ci siamo trasferiti in una cittadina chiamata Benalla. Era per me un duro periodo di vita. Soffrivo di depressione a causa di non poter drogarmi, per cui il medico mi ha prescritto forti medicine antidepressive dopo dei quali non sapevo funzionare normalmente. Ero una madre fatale, una compagna fatale e una figlia fatale. Poco dopo il trasferimento Benalla abbiamo conosciuto nuove persone che si drogavano e di nuovo abbiamo cominciato a farlo. Prendevano tutto ciò che era disponibile: eroina, speed, ice, extasy e vari tipi di mezzi farmacologici; prendevamo qualunque cosa per inebriarci. Un giorno la polizia a Benalla è entrata nella casa dove ci drogavamo e hanno minacciato me e Paul di togliere nostra figlia Zadie-Jane, che aveva allora circa otto mesi. Ciò mi ha spaventato terribilmente, però non ero in grado di fare nulla: la mia dipendenza era troppo grande. Poco dopo sono stata arrestata per il furto, più tardi due volte ho superato la dosi della droga e non sarei sopravissuta se Paul non avesse chiamato il pronto soccorso. Una volta ho perso la coscienza per 3 giorni e mi sono svegliata in appartamento altrui. Avevo paura della vita e tutto ciò costituiva l’evasione. Preferivo drogarmi invece di "vivere". Un giorno la mia mamma mi ha parlato di una conoscente liberata da questa dipendenza grazie alla preghiera. Non le ho creduto, Paul invece ha pensato che fosse una bella idea: nessuna dipendenza, nessuna detossicazione, che facile. Abbiamo deciso di battezzarci, però purtroppo poco tempo dopo abbiamo cominciato a drogarci di nuovo, la nostra relazione andava male e Paul voleva lasciarmi. Avevo solo 21 anni. In quel periodo difficile ho ricevuto lo Spirito Santo e tutto è cambiato in un giorno. Immediatamente ho smesso di drogarmi, non sentivo la dipendenza: è stato un vero miracolo. Questa guarigione non si è limitata a liberarmi dalla dipendenza. Tutta la mia vita è stata rinnovata, la mia attitudine riguardante molte cose è cambiata e d’improvviso tutto ha cominciato a funzionare normalmente. Ho ricevuto nella mia vita molte benedizioni e so di avere Dio che mi ama e su cui posso contare nel bene e nel male. Mi ha dato speranza e molte ragioni per essere felice della vita. Solo Dio può guarire i nostri problemi e non è importante di che tipo: di droga o altro. Chiedi a Lui e non sarai deluso, non dovrai più temere la vita. Nel momento in cui lo conoscerai non sarai la stessa persona.

Ian Bendigo, Australia

Le cose non andavano bene e la nostra vita era piena di delusioni che non terminavano. In quel momento della nostra vita abbiamo sentito parlare sulla potenza di Dio e sui Suoi miracoli incredibili. In quel periodo Linda portava il corsetto ortopedico perché aveva forti dolori alla colonna vertebrale. Io ero alcolizzato. Quando avevo qualunque problema, bevevo, il che, come ci si può immaginare, non mi rendeva buon padre né marito. Il nostro filgio minore è nato con un grave disturbo cardiaco. Linda non voleva dare il permesso di fargli l’operazione, perché si rendeva conto del rischio che correva nostro figlio, che dal primo anno di vita soffriva di convulsioni dolorose e sempre era malato. Dopo un po’ di tempo ho ammesso a me stesso di essere alcolizzato e sapevo di dover fare qualcosa per migliorare la nostra situazione familiare. Ho cominciato a riflettere su me stesso e non mi piaceva come ero. Un collega di lavoro mi ha detto che Dio avrebbe potuto aiutarmi e guarirmi dall’alcolismo. Con incredulità ho deciso di partecipare ad un incontro cristiano e di pregare di ricevere lo Spirito Santo, di cui l’amico mi aveva parlato. Non mi sono deluso, perché quella sera ho ricevuto lo Spirito Santo esattamente come è descritto nella Bibbia, cioè ho cominciato a parlare le lingue come i primi cristiani 2000 anni fa. Da quel tempo la dipendenza mi ha abbandonato e una settimana dopo quell’evento ho deciso di battezzarmi. A quell’incontro è venuta anche mia moglie Linda cercando aiuto per nostro figlio. Durante l’incontro anche lei ha deciso di battezzarsi e la stessa sera a casa ha ricevuto lo Spirito Santo. Andando a dormire quella notte eravamo pieni di gratitudine e di speranza. La mattina successiva Linda ha sentito qualche improvviso cambiamento nella sua colonna malata, dopo di che ha tolto il corsetto ed è risultato che non sentiva più dolore. Era stata guarita da quel disturbo così fastidioso. Un po’ di tempo dopo quegli eventi nostro figlio ha cominciato ad avere convulsioni dolorose e noi abbiamo deciso di affidare quel problema a Dio che promette nella Bibbia la guarigione. Come è scritto nel Vangelo di san Marco 16 abbiamo messo le mani su nostro figlio e abbiamo cominciato a pregare con zelo, la guarigione è avvenuta in breve tempo: la guarigione è stata immediata e irreversibile. Tutto ciò è successo più di 30 anni fa. Da quel tempo molte cose sono successe e devo ammettere di non saper immaginarmi la vita senza Dio che ci aiuta in ogni situazione e benedice la nostra vita in modo meraviglioso.